lunedì 8 febbraio 2010

*Basta neveeeeeee!!!!!!


Ho tanto amato la neve quando ero piccola, ora basta non ne posso più.... è vero che i detti dei nonni sono giusti e quello che dicevano una volta era "sotto la pioggia fame, sotto la neve pane" ma ora basta....
Io vivo in una cittadina del nord e quando nevica vanno tutti nel pallone e dovremmo essere abituati, certo non come chi vive in Val d'Aosta o in Trentino ecc.... ma capperi non si vede neanche uno spazza neve, ti svegli al mattino con una coltre bianca da fare invidia al polo, le strade sono bianche che ci puoi pattinare e devi andare a lavorare e portare i figli a scuola.
Qualcuno mi sa spiegare come mai c'è il riscaldamento del pianeta ed è due anni che nevica in abbondanza mah?

Neve candida
che cadi in fiocchi
neve soffice
che tutto copre
neve che come ovatta
nascondi i rumori
neve bianca che illumina
il giorno e la notte
con te si può giocare
ma come un sogno
ti sciogli alle prime luci
ci hai accompagnato in questo inverno
ora fai spazio alla gioia
ed ai colori della primavera
lasciati andare e al timido e tiepido sole
fai sbocciare i narcisi ed i giacinti
che dormono sotto la tua coperta..

Piccolo pensiero uscito così mentre scrivevo.

Baci Irene

ps. foto trovata in rete

3 commenti:

miro ha detto...

Davvero, questa neve è uno strazio!
E purtroppo pare che la primavera si farà ancora attendere!
Baci
Rosa
Shabby e dintorni

minire71 ha detto...

Infatti e poi se guardi nei vari siti di meteo non sai cosa fare, ora danno di nuovo neve giovedì, mah... vedremo.

Grazie per aver fatto un salto anche qui, sei una blogger fantastica.

Baci Irene

Barbara ha detto...

Ciao Irene, grazie, grazie grazie! Non puoi immaginare il mio stupore quando ho realizzato che il mio blog neonato era già stato visitato da te!
Non sono per nulla brava con il computer, fino ad una settimana fa non sapevo neppure cosa fosse un blog, ma da quando ho scoperto i blog shabby e country, un amore che coltivo da sempre, da quando, nel 1992 cercavo di arredare la mia casa con cose che avevo visto in Inghilterra e in Francia ma che qui non trovavo, ho deciso di raccontare la storia della ristrutturazione del rustico del '600 che la mia famiglia ha "adottato" per fuggire dalle zanzare e dalla vita rumorosa di città.Di nuovo grazie. Non so se riuscirò a spedire questo messaggio, spero di sì e spero di sentirti presto!